Skip to main content

Dialoghi - Chat 3: narcisismo e trascendenza

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-03CP-narcisismo-trascendenza

     Secondo me il narcisismo è uno sguardo mancato, non solo da parte della madre, cosa abbastanza riconosciuta ed evidente, ma uno sguardo mancato su di sé; è una mancata riflessione sulla propria trascendenza. Quando una persona si guarda e non vede la trascendenza, cade, in un certo senso, nello specchio, nel suo riflesso simmetr....

Continua a leggere
  1559 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 2: continuando con la resilienza

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-02CP-relisilienza

      Dovremmo cercare in terapia il fattore di resilienza.      Certo, potremmo chiederci qual è la combinazione di elementi che attiva la funzione di resilienza. Uno dei fattori fondamentali è la possibilità di accedere alla dimensione archetipica perché capace di riassorbire la scissione avvenuta a livello comp....

Continua a leggere
  848 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 1: Resilienza

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-01CP-relisilienza

      Il tema dell'intensità dell'esperienza diventa un tema centrale. Esistono delle esperienze che restano indelebili, sono delle tracce che si interfacciano nel corso della vita sia con la narrazione che si fa su quell'esperienza (che è sempre una ri-narrazione), sia con ciò che si riesce a costruire a fianco di quell'esperie....

Continua a leggere
  1149 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 4: creature unicellulari e visionarie

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-04CP-creature-unicellulari-visionarie

     Penso che l'ispirazione che traccia il destino inizi sin da piccoli. Quando avevo tre anni, andavo con mio nonno a cercare fossili in Francia. Lì già mi ponevo delle domande. Per me era una meraviglia. Qualcuno, tempo fa, mi ha chiesto perché ho scelto di fare l'analista e io ho risposto: «Perché mio nonno mi portava a cercare f....

Continua a leggere
  865 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 5: una notte al Musée Picasso di Parigi

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-05CP-notte-museo-parigi

     In una recente puntata di La Grande Librairie, sul canale TV France5, la scrittrice e psichiatra Lydie Salvaire (Premio Gon- court, 2014) parlava del suo ultimo libro Marcher jusqu'au soir. L'editore Stock invita la scrittrice a dormire al Musée Picasso di Parigi durante la mostra Picasso-Giacometti. Dopo molte esita- zioni la S....

Continua a leggere
  836 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 6: le memorie del corpo

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-06CP-le-memorie-del-corpo

     …ci costringe a fare i conti con tutto un altro principio regolatore legato alla lentezza, alla sensazione, al lento procedere sulla terra… Mi viene in mente il vecchio Edipo cieco che appoggia la sua mano sulla spalla della figlia/sorella Antigone. Quel re che voleva vedere tutto lucidamente e in fretta nella luminosità e preci....

Continua a leggere
  1043 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 7: Lo smarrimento nel gioco della vertigine

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-07CP-smarrimento-vertigine

      Ri-creare significa creare sempre nuovamente qualcosa trasgredendo e questo ci porta sempre sui confini della vertigine. Trasgredire per accedere alle parti più vere di sé in favore di uno stile di vita personale, unico, completo, intero. Caillois, nel libro bellissimo che citavi, parlando del gioco dei bambini che spesso ....

Continua a leggere
  822 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 8: L’infinita riproducibilità delle immagini

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-08CP

     È come se non dovessimo credere sino in fondo alla realtà, ma nello stesso tempo fosse fondamentale desiderarla: saper divenire natura, saper divenire un paesaggio, saper divenire roccia, saper divenire un piccolo filo d'erba. Diventa allora l'esperienza di un paradosso vitale e vivente: amare ciò che non esiste. Se ci pensiamo,....

Continua a leggere
  667 Visite
Tag:

Dialoghi - Chat 9: Puer e Senex un viaggio infinito

dialoghi-ivan-paterlini-ribola-chat-09CP-puer-senex-un-viaggio-infinito

     […] È come se il corpo ci mandasse segnali che rappresentano il limite, la vecchiaia ecc. e il Puer che porti in te parlasse invece d'altro, di qualcosa che non può spegnersi. Però devi riportarlo dentro, in qualche modo e a un certo punto della vita, restituirlo, magari dentro una forma d'arte...     Sì, ed è anche il....

Continua a leggere
  905 Visite
Tag:

Riparare le ferite dell’anima ucraina e russa

ivan-paterlini-riparare-le-ferite-dell-anima-ucraina-e-russa-01CP

Artisti di tutto il mondo unitevi… Ho letto questa mattina della resistenza di musicisti come la pianista Irina Maniukina e di scrittori come Andrej Kurkov sotto le bombe. Le loro parole e i loro suoni sono diventati virali sui social. Toccano. Lontano dal rischio di qualsiasi retorica, mi chiedo come l'arte possa fare la sua parte in questo confli....

Continua a leggere
  1135 Visite

La guerra vista dalla Luna

ivan-paterlini-la-guerra-vista-dalla-luna-01CP

Scriveva Luigi Ghirri: "Nel 1969 viene pubblicata da tutti i giornali la fotografia scattata dalla navicella spaziale in viaggio per la Luna, questa era la prima fotografia del Mondo. L'immagine rincorsa per secoli dall'uomo si presentava al nostro sguardo contenendo contemporaneamente tutte le immagini precedenti, tutti i libri scritti, tutti i se....

Continua a leggere
  1765 Visite

Don’t Look Up

ivan-paterlini-do-not-look-up_01CP

Randall: "Quale altra scelta ho?" Teddy: "Un uomo ha sempre delle scelte Randall. A volte devi solo fare quella giusta." Don't Look Up è un recentissimo film di Adam McKay (2021). Protagonista concreta e simbolica della narrazione è una cometa di enormi dimensioni ("grande come l'Everest"), destinata a impattare con la Terra distruggendola totalmen....

Continua a leggere
  1142 Visite

Per Il vivente e il sacro: l’estetica fondativa dell’umano

ivan-paterlini-estetica-fondativa-umano-01

A partire da Immaginando1, per passare da Come le pietre e gli alberi2 sino a raggiungere Il vivente e il sacro3, Domenico Chianese nei suoi libri ci guida tra le pagine in una forma molto vicina alle associazioni libere, come se fossimo in un'infinita seduta analitica, che permea e intreccia i saperi e le appassionanti ricerche dei molti stud....

Continua a leggere
  1107 Visite

Le storie che curano - James Hillman, il peso dell’anima

ivan-paterlini-le-storie-che-curano_00

 In Le storie che curano, ripubblicato ora da Raffaello Cortina con una nuova Prefazione di Luigi Zoja, Hillman, in modo coerente con tutto il suo impianto filosofico e clinico, ripone la psicoterapia con le sue pratiche e ritualità dentro uno stile narrativo correlato a un'attività più estetica e poetica che scientifica. L'efficacia terapeuti....

Continua a leggere
  1157 Visite

Alla ricerca dell’umano: tra fragilità e bellezza

ricerca-umano-fragilita-bellezza-ivan-paterlini-01

Stai calmo.Ti può accadere qualcosaDi terribile solo se pensiAlla vita come a una cosa sicura.Pensa, invece, che sei finitoPer caso in mezzo ai respiri del mondo.Pensa che la casa di tuttiÈ il niente, ma non il nienteChe ci aspetta, quello è soloUna nostra ipotesi, pensaAl niente di cui siamo fattiE in cui spunta per miracoloIl cielo, una montagna,....

Continua a leggere
  1053 Visite

L'attesa e la speranza

ivan-paterlini-attesa-e-speranza-01

Forse un mattino andando in un'aria di vetro,arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:il nulla alle mie spalle, il vuoto dietrodi me, con un terrore da ubriaco. Poi, come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto alberi, case, colli per l'inganno consueto.Ma sarà troppo tardi; ed io me n'andrò zittotra gli uomini che non si voltano, col mio seg....

Continua a leggere
  1924 Visite

Caro Ezio Bosso

ivan-paterlini-ezio-bosso

Citavo qualche settimana fa in un articolo Janchelevitch, quando scrive che "là dove finiscono le parole inizia la musica", come se non ci fosse la possibilità di tradurla verbalmente, perché essa sa esprimere ciò che non si può con il segno delle parole. Per chi ama profondamente la musica, per chi ha la fortuna di poterne accarezzare intimamente ....

Continua a leggere
  904 Visite

La nostra musica per aiutarci ad elaborare angosce e traumi

musica-elaborare-traumi-ivan-paterlini_01

Ascoltare la musica profondamente, apre nuove vie di ricerca che non avevo mai sognato. A causa di quello che mi hai mostrato questo pomeriggio-non solo quello che hai detto, ma quello che ho sentito e di cui ho fatto esperienza concretamente-sento che da adesso in poi la musica dovrà essere una parte essenziale dell'analisi. Essa raggiunge il prof....

Continua a leggere
  2748 Visite

Nuovo Cinema Paralitico di Franco Arminio e Davide Ferrario

Nuovo-cinema-Paralitico

L'ultimo come sospensione vitale tra il frastuono del mondoL'Italia dell'ultimo banco: prima parte di un film in 9 puntate, Nuovo Cinema Paralitico, che verrà pubblicato settimanalmente come fossero capitoli di un intero che solo alla fine riusciremo veramente a titolare (www.corriere.it/nuovo-cinema-paralitico/). Un lavoro di Franco Arminio e Davi....

Continua a leggere
  1745 Visite

Le fiabe e le verità scomode: come raccontare ai più piccoli la pandemia

fiabe-racconto-pandemia-bambini-ivan-paterlini_01

Quanto possono le fiabe aiutarci nel condividere con i più piccoli quanto sta accadendo in tempo di pandemia? Quanto possono sorprenderci e accompagnarci nella comprensione inconscia del periodo che stiamo vivendo? Le fiabe, con la loro cruenza e spesso incomprensibilità, sono l'espressone più pura, genuina e semplice di ciò che inconsciamente appa....

Continua a leggere
  486 Visite